NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 108 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Lunedì, 26 Giugno 2017
Mercoledì, 05 Luglio 2017

Alla scoperta del Montenegro

Un viaggio turistico e culturale

Letteralmente Montagna Nera (Crna Gora). La costa montenegrina, lunga 300 km, si estende tra il confine con la Croazia e il confine con l'Albania ed è sicuramente uno dei più spettacolari tratti della costa adriatica. All'interno si innalzano vaste catene montuose alte più di 2000 metri. Il Parco Nazionale del Durmitor custodisce un vero e proprio tesoro naturale per la sua unicità e autenticità, tanto da essere stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Il Fiume Tara che lo percorre è considerato "il gioiello d'Europa". Tutto questo per dire che il Montenegro è il luogo ideale per gli escursionisti. Il viaggio della durata di 10 giorni prevede escursioni di medio impegno che saranno inframmezzate da visite culturali.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

26/06 - Giorno 1: Italia - Cetinje - canyon Moraca - Zabljak
Volo Italia – Podgorica (in mattinata). Trasferimento in bus privato a Zabljak (155km). La strada che si inoltra all'interno del canyon del fiume Moraca è una delle più spettacolari del Montenegro. Questa parte del canyon si chiama "Platije". Lungo il percorso breve fermata al monastero di Moraca, per ammirare gli affreschi e l'iconostasi che vi sono racchiusi. Nel tardo pomeriggio si raggiunge Zabljak. Check in hotel, cena e pernottamento.

27/06 - Giorno 2: Parco Nazionale del Durmitor - Savin Kuk (2302m)
Gruppo A: breve trasferimento in bus e partenza per l'escursione che porta alla cima del Savin Kuk (2302m), da dove si gode un grandioso panorama sulla catena del Durmitor e in lontananza le montagne della Serbia. Escursione: difficoltà E - dislivello 800m - durata 5 ore circa
Gruppo B: visita in bus al canyon del Tara, il più lungo dello stato balcanico e dell'Europa Orientale. Il canyon è patrimonio dell'umanità UNESCO ed è parte del Parco Nazionale Durmitor. Il programma prevede un transfer al ponte sul Tara, per ammirare lo splendido canyon scavato dal fiume. È possibile l'attraversamento del canyon sospesi a una fune d'acciaio (zip line). Passeggiata facoltativa fino al bordo del fiume, dove s'imbarcano canoe e rafting. Al termine il bus ritorna al parking del Savin Kuk per prelevare il gruppo A. Al termine i gruppi rientrano in hotel a Zabljak. Cena e pernottamento.

28/06 - Giorno 3: Parco Nazionale del Durmitor. Prutas (2392)/Valoviti Do
Si parte da Zabljak per raggiungere con i mezi il passo Sdlo (1907 m), la strada che attraversa il passo più alto del Montenegro, che offre panorami spettacolari da entrambe i lati.
Gruppo A: si continua ancora per qualche chilometro lungo la strada fino alla località Dobri Do (1710 m), dove inizia l'escursione. Si tratta di una bella escursione con punto panoramico che si affaccia sul Botovov Kuk e sul Bezimeni Vrh, in un ambiente dove si possono osservare formazioni rocciose caratteristiche e uniche in Montenegro. Escursione: Difficoltà E – lunghezza 10,5 km – dislivello 700 m – durata 6 ore circa.
Gruppo B: dopo aver accompagnato il gruppo A all'inizio dell'escursione, il gruppo B ritorna al passo Sedlo e qui con facile camminata in discesa percorre la valle glaciale Valoviti Do, costellata da laghetti tra cui il Valoviti Jezero e di malghe ancora abitate da ospitali pastori (si possono acquistare ottimi formaggi). Escursione: Difficoltà E – lunghezza 5 km – dislivello 250 m – durata 2 ore circa

29/06 Giorno 4: Parco Nazionale del Durmitor - Crvena Greda - Crno Jezero
Gruppo A: escursione con partenza a piedi da Zabljak per la cima della Crvena Greda 2108m, imponente punto di osservazione verso le cime "dolomitiche" del Parco Nazionale del Durmitor. Lungo il percorso di rientro, breve deviazione al lago Sminje.
Escursione: difficoltà EE - lunghezza 16 km - dislivello 700m - durata 7 ore circa
Gruppo B: escursione ad anello del Crno Jezero (lago nero). La rilassante passeggiata tra i boschi e lo scenario delle montagne che lo circondano fanno del Crno Jezero un'escursione facile e molto remunerativa. Escursione: difficoltà TE – lunghezza a piacimento – dislivello trascurabile.
Al termine rientro dei gruppi in hotel a Zabljak. Cena e pernottamento.

30/06 - Giorno 5: Monastero di Ostrog - Budva
Partenza in bus da Zabljak con destinazione Ostrog, un monastero della Chiesa ortodossa serba posizionato contro una parete di roccia verticale sulla rupe di Ostroška Greda, da cui si domina la pianura di Bjelopavlići. È dedicato a San Basilio di Ostrog (Sveti Vasilije Ostroški). Fondato dallo stesso Basilio, Vescovo metropolita dell'Erzegovina nel XVII secolo, il monastero di Ostrog è il più popolare luogo di pellegrinaggio del Montenegro. Il corpo del santo, morto nel 1671 e canonizzato pochi anni dopo, si trova in un reliquiario posto nella chiesa sotterranea.
Escursione per tutti, prevede la salita al monastero per le scalinate dei pellegrini.
Pranzo in ristorante nei pressi del monastero.
Al termine trasferimento sulla costa a Budva, situata in una zona turistica, frequentata per le spiagge sabbiose. La cittadina è ricca di memorie della sua lunga storia.
Sistemazione in hotel a Budva. Cena e pernottamento.

01/07 - Giorno 6: Parco Nazionale del Lovcen
Gruppo A: transfer nel gruppo dei monti Lovcen. L'escursione prevede la salita al Jezerski Vrh 1657m, dalla cui sommità si possono osservare le Bocche di Cattaro, il Mar Adriatico, il lago di Scutari e il massiccio del Durmitor. Al termine dell'escursione, visita all'imponente mausoleo in granito, una sorta di "sacro altare" per i Montenegrini, dedicato a Petar II Petrović-Njegoš una delle figure più importanti della storia e della cultura montenegrina. Escursione: difficoltà E - dislivello 650m
Gruppo B: giornata dedicata alla visita di Cetinje, l'ex capitale del Montenegro, che ha mantenuto intatto, ancora oggi, il suo fascino. Punti di interesse: il Monastero ortodosso costruito tra il 1701 e il 1704, la chiesa Vlaska, originaria del 1450 e ristrutturata nel 1864, il cui recinto è costruito con le canne dei fucili nemici dal 1858 al 1878, il palazzo "Bilijarda" antica sede reale, edificato nel 1838, la sala del plastico del Montenegro. Al termine trasferimento in bus e incontro con il gruppo A; visita al mausoleo di Petar II Petrović-Njegoš. Al termine i gruppi rientrano in hotel a Budva. Cena e pernottamento.

02/07 - Giorno 7: Sveti Stefan via Brajici
Gruppo A: transfer in bus al passo di Brajici (914m) e inizio dell'escursione in traversata che, dopo avere toccato la fortezza in rovina di Kosmac, costruita dagli austriaci nel 1841/1850, durante la seconda guerra mondiali, fu utilizzata come avamposto dagli italiani, prosegue in discesa con vista panoramica verso uno dei luoghi più fotografati del Montenegro, la piccola penisola privata di Sveti Stefan. Escursione: difficoltà E - lunghezza 15 km - dislivello 200m in salita e 900m in discesa - durata 6 ore
Gruppo B: giornata dedicata alla visita della città vecchia di Budva. Caratterizzata da un'architettura tipicamente mediterranea, in passato sorgeva su un'isoletta collegata alla terraferma da una lingua di sabbia che con il tempo si trasformò in penisola. È circondata da bastioni risalenti al XV secolo che formano un sistema di fortificazione medievale con porte, mura difensive e torri. Le strette e tortuose vie, le piazzette, le chiese e le fortezze offrono un ambiente molto suggestivo. Al termine relax in spiaggia nei pressi del nostro hotel. In alternativa: transfer in bus (insieme al gruppo A) al passo di Brajici e di seguito transfer nei pressi di Sveti Stefan, per una breve passeggiata e relax sulla spiaggia
Al termine i gruppi rientrano in hotel a Budva. Cena e pernottamento.

03/07 - Giorno 8: Kotor (Cattaro)
Gruppo A: transfer in bus per risalire i numerosi tornanti che solcano i ripidi versanti dei monti sopra Kotor. Questo tratto stradale viene considerato uno dei 10 più panoramici del mondo! Inizio dell'escursione che porta a scendere sulla spettacolare Kotor (Cattaro): il sentiero, costruito in epoca della dominazione austriaca, rappresenta un vero gioiello di ingegneria applicata alla realizzazione di percorsi in ambienti ripidi. Al termine, visita e meritato relax a Kotor. Escursione: dislivello 1050 m in discesa - 150 m in salita - durata 5 ore + visita Kotor.
Gruppo B: insieme al gruppo A sulla strada panoramica sopra Kotor, per poi proseguire per una breve visita del villaggio di Njegusi, patria del grande scrittore e sovrano del Montenegro, Petar II Petrović Njegoš. Al termine il bus scende a Kotor (Cattaro) dove iniziare la visita e relax tra le vie della citta fortificata protetta dall'UNESCO, antico centro costiero e culturale che ha resistito a innumerevoli invasioni nel corso dei secoli e ora attrae una vivace folla di turisti in estate per le sue splendide chiese e piazze
Al termine i gruppi rientrano in hotel a Budva. Cena e pernottamento

04/07 - Giorno 9: Rijeka Crnojevica - Lago di Skadar (Scutari)
Giornata di relax per tutti. Trasferimento al piccolo villaggio di Rijeka Crnojevica, con il suo ponte a tre arcate. Il lago Skadar (Scutari), il più grande dei Balcani, situato al confine con l'Albania, è una delle più importanti riserve d'Europa per gli uccelli di palude. Il fiume Bojana lo collega con l'Adriatico rendendolo accessibile a piccole navi e imbarcazioni. Nel lago vivono molte specie di pesci e di uccelli migratori.
Navigazione in battello per scoprire le bellezze della riserva del lago Skadar, visita dell'accogliente villaggio di Rijeka Crnojevica. (se richiesto al termine della navigazione, si può organizzare un pranzo in ristorante tipico nei pressi del ponte storico di Rijeka Crnojevica).
Al termine, rientro in hotel a Budva. Cena e pernottamento

05/07 - Giorno 10: rientro in Italia
In funzione dell'orario del volo, tempo libero a Budva. Quindi, trasferimento in aeroporto - volo per l'Italia.


  • Difficoltà: T (Turistico) - E (Escursionistico)

  • Responsabile: Valerio Rossi

Condividi



Zona dell'escursione

Panoramica del Monastero di Ostrog - Budva

Commenti

blog comments powered by Disqus