NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Domenica, 03 Settembre 2017

Cima Orientale d'Ombretta (3011 m)

Gruppo della Marmolada

A sud della grande struttura calcarea della Marmolada, la montagna più alta dell'intera area dolomitica, si susseguono diverse catene secondarie, tutte di grande fascino, classificate sottogruppi della Marmolada stessa. Fra queste il grandioso complesso roccioso Ombretta-Vernale, con cime che superano i tremila metri. Un paradiso dove è possibile vivere "l'anima delle Dolomiti" scoprendo la natura silenziosa di severi ambienti alpini tra pale selvagge, valli e conche detritiche dove pascolano gli stambecchi e dove altitudini cospicue limitano la frequentazione umana.
La Cima Orientale d'Ombretta con i suoi 3011 metri è un vero "tremila". Il percorso, così come proposto, è indicato ad escursionisti esperti e, nel suo insieme, è facile e mediamente faticoso. Si parte dall'Agriturismo Malga Ciapela (1550 m) e, con direzione est-ovest, ci si inoltra alla volta della magnifica Valle Ombretta. Superato l'ampio e luminoso pascolo di Malga Ombretta (1904 m) e il non lontano Rifugio Falier (2074 m), si risale gradualmente la parte alta del vallone costeggiando l'immensa parete sud della Marmolada in un ambiente maestoso e severo. Raggiunto il Passo Ombretta (2704 m), situato alla base degli impressionanti appicchi di punta Penia, la vista si apre anche a occidente su inaspettati e grandiosi scenari paesaggistici. Dal passo, si risale a est una traccia che, passando dal Bivacco Dal Bianco (2720 m), supera una placca rocciosa attrezzata (breve e facile) e porta a risalire un ampio circo ghiaioso (il tratto più faticoso del percorso) fino alla cresta delle Cime d'Ombretta. Seguendo ora a sinistra i resti di un sentiero di guerra si raggiunge la base della breve cresta finale della Cima Orientale d'Ombretta che si risale in pochi minuti fino alla croce in ferro della vetta (3011 m). Con buona visuale, il panorama sulla ravvicinata parete sud e sulla vetta della Marmolada (Punta Penia), sulle altre cime del gruppo, sul Sella, sul Sassolungo e su tutti gli altri monti e valli circostanti, è tra i più belli delle dolomiti. A ritroso, con qualche piccola variante a valle del Rifugio Falier, il percorso di ritorno.


  • Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti)
  • Tempo di percorrenza: 7 ore
  • Dislivello: 1450 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Fiorenzo Gheno

Condividi



Zona dell'escursione

Commenti

blog comments powered by Disqus