NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 137 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Domenica, 21 Maggio 2017

Col del Boia (2065 m) - Passo Brocon (1618 m)

Gruppo dei Lagorai

Il Passo Brocon deve il suo nome all'Erica Carnea L., di un bel colore rosa, volgarmente detta "brocon". Negli ultimi anni ci siamo tuttavia abituati a vederlo quando si presenta completamente vestito di neve bianca, per raggiungere gli impianti sciistici.
Il Trodo dei Fiori, che dal Passo si snoda fino al Col del Boia ci permetterà di scoprire invece quanto sia ricca la tavolozza dei colori naturali dei prati montani: nei quattro mesi estivi vi si possono incontrare oltre 400 specie diverse di fiori (primule, anemoni, gigli, viole, rododendri, genziane...).
Il percorso è stato ideato da Rino Ballerin negli anni '80 per il notevole interesse botanico paesaggistico ma la facile cresta finale si dimostra anche incredibilmente panoramica, con un orizzonte che intercetta le Pale di San Martino, il Lagorai, la Marmolada, il Monte Coppolo, il Monte Agaro e le Vette Feltrine.


  • Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tempo di percorrenza: 4 ore
  • Dislivello: 450 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Alessandro Ferronato - Riccardo Ramon

Condividi



Zona dell'escursione

Panoramica da Passo Brocon

Commenti

blog comments powered by Disqus