NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 171 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Domenica, 29 Luglio 2018

La Strada delle 52 Gallerie

Gruppo del Pasubio

Conosciuta ormai a livello mondiale, la Strada delle 52 Gallerie è un'ampia mulattiera che incide e trafora pareti e burroni del tormentato versante meridionale del Massiccio del Pasubio. Venne costruita nel 1916-1917 dal nostro esercito per consentire il transito di uomini e salmerie al coperto dalla vista e dall'offesa avversaria, assicurando l'accesso alla zona sommitale del Pasubio in condizioni di sicurezza. Distribuito su circa 700 metri di dislivello, il tracciato misura 6300 metri, dei quali ben 2300 in galleria e i restanti intagliati a mezza costa.
Percorrendola oggi, oltre che dalla ardita e impensabile concezione del tracciato e dall'immenso lavoro di scavo, l'escursionista è continuamente attratto, quando non c'è nebbia, dal panorama mutevole e spesso mozzafiato offerto da ballatoi naturali sempre nuovi. Lo sguardo spazia fra creste, guglie e precipizi fino agli altri gruppi montuosi, ma anche ai dolci pendii collinari e alla pianura: è un'escursione di grandissima soddisfazione.
Il percorso ha inizio a Bocchetta Campiglia (1216 m) da dove si imbocca la strada mulattiera che, dopo alcuni tornanti, raggiunge l'ingresso della prima galleria. La mulattiera guadagna rapidamente quota superando i rocciosi contrafforti della Bella Laita, ora addentrandosi nella roccia, ora affacciandosi a picchi vertiginosi. Entra ed esce continuamente dalle prime venti gallerie, alcune delle quali hanno uno sviluppo particolare: la 19°, la più lunga (380 m), si alza a spirale ed è illuminata da numerosi finestroni, mentre la successiva gira all'interno di un torrione fino ad uscirne quasi alla sommità. Alla quota di 1700 metri, il tracciato supera con poderosi muraglioni a secco i ripidi pendii della Val Camossara oltre la quale, a quota 1842 metri, continua pressoché in piano sopra la tormentata zona dei Vaj che sboccano sulla strada. Dopo un ultimo tratto in leggera salita, spettacolare perché intagliato nella roccia a picco che porta alla quota massima di 2000 metri, la strada scende rapidamente a Porte del Pasubio e Rifugio Papa (1928 m) attraverso le tortuose gallerie 51 e 52.
Il rientro al parcheggio delle auto si effettuerà attraverso la Strada degli Scarubbi.


  • Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tempo di percorrenza: 6 ore
  • Dislivello: 820 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Adriano Lunardon

Condividi



Zona dell'escursione

La Strada delle 52 Gallerie

Commenti

blog comments powered by Disqus