NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 198 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Sabato, 09 Giugno 2018
Domenica, 10 Giugno 2018

Passo Croce Domini

Gruppo dell'Adamello

Il Passo di Croce Domini (1892 m) è situato nel Gruppo dell'Adamello, massiccio assai vasto di cui si conoscono soprattutto gli estesi ghiacciai e le importanti cime. Nel suo settore meridionale è caratterizzato da cime rocciose più basse e poco note; le uniche cime famose sono l'imponente Cornone di Blumone (2843 m), il Monte Frerone (2673 m) e il Monte Bruffione (2664 m). E' una zona naturalisticamente molto interessante, tutelata come Sito di Importanza Comunitaria denominato "Pascoli di Crocedomini - Alta Val Caffaro" e anche "Area importante per i Miceti". E' un vero tempio per gli amanti della botanica. Il numero di entità osservabili è straordinario e comprende numerosi endemismi, piante uniche al mondo con areali particolarmente ristretti, come la Fritillaria Tubaeformis, Saxifraga Vandelli e molte altre.
Anticamente il Passo di Croce Domini, come veniva chiamato, divideva il territorio del Ducato di Milano, esteso fino in Val Camonica, da quello della Repubblica di Venezia, che comprendeva Bagolino e la Val Sabbia. Proprio al periodo della dominazione veneziana, XVI secolo, risale l'origine del Bagoss, straordinario formaggio tipico di montagna, prodotto solo a Bagolino in 28 piccole aziende a conduzione familiare col metodo tradizionale. Il primo giorno si raggiunge con mezzi propri il Rifugio Passo di Croce Domini per il pernottamento. Il secondo giorno dal Passo Croce Domini si arriva a Malga Bazenina e poi senza itinerario obbligato si sale il ripido versante est del Monte Bazena (2113 m) sino alla panoramica cima. Si segue poi il crinale su evidenti tracce fino ad arrivare al Monte Paletti (2147 m), si scende leggermente arrivando ad un bivio a 2136 metri da dove si segue il sentiero di destra, che passa sotto il Monte Mattoni (2271 m). Abbandonato il sentiero numerato si prosegue su tracce lungo il crinale che porta al Monte Asino di Bazenina (2240 m), godendo la magnifica vista sulla Val Cadino ed il Monte Cornone di Blumone. Infine su tracce di mulattiera della Grande Guerra si scende al Passo Croce Domini.


  • Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tempo di percorrenza: 1° giorno 3 ore - 2° giorno 5 ore
  • Dislivello: 1° giorno 350 metri - 2° giorno 500 metri

  • Mezzo di trasporto: Pullman
  • Responsabile: Antonietta Mazzarolo - Claudio Bizzotto

Condividi



Zona dell'escursione

Passo Crocedomini

Commenti

blog comments powered by Disqus