NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 193 visitatori e un utente online

icona facebook

Domenica, 04 Giugno 2017

Passo della Borcola (1207 m) Sella delle Pozze (1903 m)

Monte Pasubio

L'area del Pasubio che digrada verso il Passo della Borcola non vede i grandi afflussi tipici di altri itinerari (Strada delle Gallerie, Strada degli Eroi, ecc.). Eppure non mancano i motivi per frequentare questa zona: dall'alternarsi, tra le vallate e le dorsali, di varie forme di vegetazione, da interessanti fenomeni geologici, dalla bellezza dei panorami e, non da ultimo, i segni lasciati dall'uomo. Lo sfruttamento dei boschi (legna, carbone per i forni di minerale del Tretto e di Torrebelvicino), l'utilizzo dei pascoli e la ricerca di altre risorse han fatto sì che la presenza dell'uomo sia databile molti secoli prima delle enormi trasformazioni del territorio operate in funzione della Grande Guerra. Da non trascurare il fatto che sino al 1918 questa è stata zona di confine: prima tra la Repubblica di Venezia ed i territori del Principato Vescovile di Trento, poi tra l'Italia ed il Regno Austriaco.


  • Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tempo di percorrenza: 6 ore
  • Dislivello: 850 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Ivan Marini - Riccardo Ramon

Condividi



Zona dell'escursione

Panoramica

Commenti

blog comments powered by Disqus
Icon 1892 - 2012
120° ANNIVERSARIO
Icon SEZIONE CAI DI
BASSANO DEL GRAPPA
Icon SCUOLA DI ALPINISMO
"FRANCO GESSI"
Icon GRUPPO SPELEO
GEO CAI BASSANO