NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego.

Abbiamo 194 visitatori e nessun utente online

icona facebook

Domenica, 28 Ottobre 2018

Monte Rione

Gruppo del Novegno

Il Novegno si caratterizza per essere quasi una montagna vera, alle spalle dell'importante altopiano del Tretto del quale rappresentava la protuberanza agrosilvo-pastorale naturale.
I ripidi versanti sono boscati, la sommità è un altopiano prativo a forma di ampia conca con le cime principali sull'anello marginale.
Le tre cime principali sono il monte Rione (1691 m), sommità caratterizzata per essere stata un importante luogo strategico d'osservazione italiano durante la grande guerra, con una piccola fortezza e alcune postazioni d'artiglieria che ebbero il momento di gloria nel fermare l'avanzata della Strafexpedition sulle sottostanti alture, cima del Novegno (1548 m) con la grande e caratteristica croce e Cima Priaforà (1659 m), molto famosa per il 'buco' (pietra forata) che apre una spettacolare finestra sulla Valdastico verso Velo d'Astico.
Lasciate alcune auto per il ritorno in località Rossi, si raggiunge località Vallortica (888 m), dove parte l'escursione che, per il segnavia 411, attraversando più volte la strada forestale che sale al Novegno, ci consente di raggiungere l'incantevole conca dove sorge Malga Ronchetta (1319 m). Proseguendo oltre incrociamo il sentiero 401, una strada militare di arroccamento, che seguiremo sino alla vetta del Monte Rione (1691 m). Lungo l'itinerario sarà possibile, muniti di torce, visitare le numerose gallerie scavate sotto il Monte Ronchetta. Dalla cima del Monte Rione si potrà dare uno sguardo sull'altopiano di Asiago, sulle Piccole Dolomiti e sulla pianura vicentina. Dopo la sosta per il pranzo al sacco, prendiamo la vecchia strada militare che ci porta alla Busa del Novegno e per il segnavia 422 scendiamo prima alla Malga Novegno, poi a Malga Pianeti ed infine in località Rossi.


  • Difficoltà: E (Escursionistico)
  • Tempo di percorrenza: 6 ore
  • Dislivello: 850 metri

  • Mezzo di trasporto: Mezzi propri
  • Responsabile: Luigino Bordignon - Pietro Dalla Valle

Condividi



Zona dell'escursione

Panoramica dal Monte Rione

Commenti

blog comments powered by Disqus